MUSICA ESSENZIALE: BOLOGNA SI TINGE DI ‘GIALLO’ CON L’ARTE DEI CANTAUTORI

Rassegne live con Roberta Giallo che ospita in ogni serata nuovi cantautori

Giovedì 11 Febbraio, secondo appuntamento della Rassegna ‘Musica Essenziale’ con Roberta Giallo e con l’ospite Simone Cocciglia accompagnato alle tastiere da Mattia Parissi. L’incontro si terrà intorno alle 19 al Velodromo social caffè – via Don Orione 9, Parco del Velodromo, Bologna.

12688186_818533314959764_6599113912789453145_n

Bologna 10 febbraio 2016 – Si terrà almeno sino alla fine di maggio 2016 la rassegna MUSICA ESSENZIALE, curata dalla cantautrice Roberta Giallo, con una cadenza di almeno 2 volte al mese. In ogni serata, la brillante musicista, ospiterà un collega cantautore. Il prossimo appuntamento si terrà giovedì 11 Febbraio 2016, intorno alle 19,  al Velodromo Social Caffè con Roberta Giallo e Simone Cocciglia.

FullSizeRender (2).jpg

Abbiamo sentito la curatrice della rassegna e le abbiamo chiesto di spiegarci come nasce questo progetto:

LP:  Cosa significa per te MUSICA ESSENZIALE?

Roberta Giallo – Il mio obiettivo è sempre stato quello di riuscire a creare delle zone a Bologna per la musica dal vivo e uno spazio per i cantautori. Non sempre ci sono luoghi adatti a far ascoltare musica cantautoriale, allora bisogna portare la musica laddove non c’è. Bisogna abituare il pubblico all’ascolto di musica e parole, anche in un contesto più intimo. Musica essenziale perché si potrà ascoltare il cantautore con un solo strumento in modo essenziale e quasi sempre in acustico. E cercare di interagire cantautore con cantautore e cantautore con il pubblico per capire meglio il lavoro che vi è dietro. C’è un grosso lavoro che va fatto con il pubblico. Bisogna fargli capire che chi si esibisce con i propri testi e la propria musica, sta donando agli altri una grande parte di sé.

LP – Cosa significa per te essere Cantautore?

R.G. – Io concepisco il cantautore nella sua idea originaria e cioè qualcuno che è artefice di musica e testo e che lo interpreta. Bisogna abbattere il pregiudizio che si porta dietro questo termine: cantautore. Spesso viene associato a qualcosa di vecchio o di pesantemente impegnato. Invece, secondo me, scrivere musica e testi e cercare di interpretarli a proprio modo è un grande gesto di altruismo verso il pubblico.

LP – Non capita spesso di incontrare cantautori che ospitino all’interno del proprio spazio altri cantautori. Il mondo di oggi ci ha abituati troppo spesso alla competizione più che alla solidarietà tra artisti. Da questo punto di vista la tua rassegna è un qualcosa di inusuale. Come te lo spieghi?

R.G. – Personalmente ho scoperto che a mettere insieme le energie ci guadagnano entrambi gli artisti. Per parte mia è diventato un bisogno quello di vivere così la musica e un momento importantissimo di confronto e di crescita. In passato ho avuto la sfortuna di lavorare con produttori che impedivano determinate collaborazioni, ma oggi che sono più libera di esprimermi, ho trovato il piacere di collaborare con gli altri e non vi rinuncerò.

LP – Il prossimo appuntamento?

R.G. – Giovedì 11 febbraio al Velodromo Social caffè con il cantautore aquilano Simone Cocciglia. Venite a conoscerlo e a sentire cosa faremo.

FullSizeRender

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...