MUSICA NUDA: Petra Magoni e Ferruccio Spinetti incantano Bologna

Si chiamano MUSICA NUDA, un duo “voice’n’bass” quello di Petra Magoni e di Ferruccio Spinetti, che si fa veicolo di messaggi ed emozioni forti, e che ieri (16 giugno 2016), sul palco dei Giardini al CUBO Unipol, a Bologna, ha incantato il pubblico. Il progetto racchiude un ampio ventaglio di canzoni, spaziando dal jazz alla canzone d’autore, dal rock al punk fino alla musica classica: i confini non esistono più e la musica viene riportata all’essenziale.

074

Tra il repertorio si trovano canzoni inedite, scritte dagli stessi artisti in scena, e pezzi di Bruno Lauzi, Lucio Dalla, Alessio Bonomo, Al Jarreau, Luigi Salerno, Pacifico e molti altri. Tra i vari classici rivisitati tramite il loro stile si è potuto ascoltare un diverso modo interpretativo di “Another brick in the wall” dei Pink Floid, “Sei forte papà” di Gianni Morandi, e le toccanti note e parole di Lucio Dalla. Ma ancora, “Is This Love” (in cui il duo si avvicina al reggae di Bob Marley) totalmente trasformato in un brano con walking bass e “Ain’t no sunshine” di Bill Withers.

La scaletta dei concerti del progetto Musica Nuda normalmente prevede, oltre alle canzoni del nuovo disco, alcuni grandi classici e cover “Guarda che luna”, “Il cammello e il dromedario”, “Come togheter” ai quali si aggiungono brani mai incisi dai due artisti come “Tu, forse non essenzialmente tu” di Rino Gaetano e “Arrivano i cinesi” di Bruno Lauzi.

Assistere ad un concerto di Musica Nuda vuol dire entrare in una dimensione musicale ed emozionale inaspettata, dove la voce di Petra Magoni e il contrabbasso di Ferruccio Spinetti ammaliano lo spettatore portandolo all’interno di un mondo sonoro da cui difficilmente deciderà di uscire.

089

Un incontro voluto dal destino quello tra Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, il duo che porta il nome di Musica Nuda. Cantante solista con all’attivo già quattro album, nel gennaio 2003 Petra Magoni aveva in programma un mini-tour in alcuni piccoli club della sua Toscana con un amico chitarrista. Proprio il giorno del loro primo concerto, quest’ultimo si ammala. Petra, invece di annullare la data, chiede a Ferruccio, già contrabbassista degli Avion Travel, di sostituirlo all’ultimo minuto. Il concerto ottiene un tale successo che i due protagonisti di questo Voice’n’bass combo, nel giro di qualche settimana, mettono insieme un intero repertorio composto dalle canzoni che più amano e di slancio registrano in una sola giornata il loro primo album Musica Nuda, titolo che darà poi il nome anche al loro duo.

In dodici anni di intensa attività concertistica in tutto il mondo, Musica Nuda ha collezionato riconoscimenti prestigiosi vantando nel proprio palmarès la “Targa Tenco 2006” nella categoria interpreti, il premio per “Miglior Tour” al Mei di Faenza 2006 e “Les quatre clés de Télérama” in Francia nel 2007. Nel corso degli anni, Ferruccio e Petra hanno portato il loro progetto in giro per il mondo, riuscendo a raggiungere anche spazi prestigiosi tra cui l’Olympia di Parigi, l’Hermitage di San Pietroburgo. Inoltre, sono stati ospiti del Tanz Wuppertal Festival di Pina Bausch e, sempre in Germania, hanno aperto i concerti di Al Jarreau. Nel marzo 2014 sono stati gli unici ospiti musicali della “Giornata Mondiale del Teatro” che si è celebrata all’interno del Senato della Repubblica, alla presenza del Presidente Pietro Grasso. In 12 anni Petra e Ferruccio hanno realizzato più di 1000 concerti, prodotto sei dischi in studio, due dischi live e un dvd.

Il loro ultimo CD, il titolo Little Wonder è la sintesi di Musica Nuda, ovvero, una piccola meraviglia.“Non è la presunzione che ci ha fatto scegliere questo titolo – dichiarano Petra e Ferruccio – bensì la riscoperta della nostra unicità con lo stesso entusiasmo che oggi, come all’inizio del nostro percorso artistico, contraddistingue quello che facciamo. Little Wonder è anche e soprattutto un regalo che abbiamo fatto a noi stessi”. Little Wonder nasce, infatti, come risposta naturale al desiderio di riappropriarsi di quella dimensione intima che è l’essenza del loro duo: Petra e Ferruccio, voce e contrabbasso. Registrato sul palco del teatro di San Casciano (SI) il disco celebra il loro inossidabile connubio artistico, confermando all’ascolto la freschezza di sempre.

Un pensiero su “MUSICA NUDA: Petra Magoni e Ferruccio Spinetti incantano Bologna

  1. Salve! Cerco la scaletta del concerto, lei la ricorda? La cerco perché ricordo che Petra ha cantanto una canzone con alcune parti in dialetto (credo napoletano) e diceva qualcosa come “sto bene con te”, e le ultime due parole della canzone erano “per me”. Grazie mille per l’eventuale aiuto! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...