RETROVIE al teatro delle Celebrazioni a Bologna per parlare di donne e pace

retrovie

Si terrà il al TEATRO CELEBRAZIONI, a Bologna, il prossimo 5 NOVEMBRE 2018 alle ore 21:00 Lo spettacolo RETROVIE, con ingresso ad offerta libera per la Casa di Riposo Lyda Borelli. Il giorno dopo, 6 NOVEMBRE – la replica con Matinée alle ore 11:00 agli Istituti Superiori di Bologna (per le Prenotazioni scrivere a: pariopportunita@comune.bologna.it).

FullSizeRender (1)

La crescita, l’evoluzione possono nascere da momenti di crisi, anche drammatici. Lo spettacolo ci presenta l’incredibile mutamento delle donne nella Grande Guerra che cambiò il loro mondo e quello degli uomini.

Le quasi 200 lettere di Barberina Guidotti Magnani al marito Paolo Senni capitano di artiglieria attestano uno spaccato di storia familiare ed economica di notevole spessore umano e modernità che, insieme agli scritti della Prof.ssa Gida Rossi, hanno spinto Tita Ruggeri e Loredana D’Emelio a comporre un testo sul ruolo delle donne nella Prima Guerra Mondiale e sulla pace.

FullSizeRender (2)
Retrovie è il luogo dove gli uomini sono assenti, e dove tutto quello che prima facevano gli uomini lo fanno le donne.

Retrovie è il luogo dove, forse per il disperato tentativo di creare un equilibrio, si attua la pace.

Tutto per dare l’opportunità di ricordare, non solo formalmente gli eventi e il contesto della grande guerra, ma anche per incoraggiare a credere in un cambiamento di prospettiva che porti al superamento dell’idea di conflitto come unico modo di risolvere i problemi.

IMG_2855
TITA RUGGERI

In scena Tita Ruggeri, nel doppio ruolo di Gida e di Barberina in un contrappunto tra pubblico e privato, è con Silvia Donati, Daniela Galli e Barbara Giorgi ovvero Les Triplettes de Belleville e un gruppo di 12 donne in azione, come le donne delle Retrovie.
Musiche e arrangiamenti di Davide Belviso, luci e immagini di Costantino Porqueddu, costumi a cura di Giuliana Cotti, abiti Maison Lavinia Turra, acconciature Canè i parrucchieri.

RETROVIE è uno spettacolo di Loredana D’Emelio, Barberina Guidotti Magnani, Gida Rossi, Tita Ruggeri (e un contributo di Eschilo) ed è parte del Progetto: 1918 – ANNO DI PACE parole scritte, parole recitate, immagini dalle retrovie sostenuto da Regione Emilia Romagna, coordinato da Ufficio Pari Opportunità, tutela delledifferenze, contrasto violenza di genere Comune di Bologna. Istituto RIESCO, Fondazione Archivio Guidotti Magnani, Museo del Risorgimento, le Associazioni. Percorsi di Pace, Tra un Atto e l’Altro, Zeula. Camst, Fondazione Lyda Borelli, Soroptimist.

FullSizeRender.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...