Ventottesima edizione di EcoJazz, a chiudere Bungaro 4et e Ornella Vanoni in concerto, il 29 agosto

evento specialeGiovedì 29 agosto alle ore 21, la degna conclusione  per la ventottesima edizione di EcoJazz festival, in memoria del giudice Antonino Scopelliti e di tutte le vittime per la Giustizia. Dopo una serie di concerti che hanno animato la città di Reggio Calabria dal 6 al 10 agosto con la partecipazione di due giganti del Jazz mondiale, il trombettista Enrico Rava e il pianista Danilo Rea, il parco Ecolandia di Arghillà a Reggio Calabria, nello speciale fuori programma della rassegna 2019, ospiterà Bungaro 4et e la grande Ornella Vanoni in concerto, con un progetto originale per EcoJazz.

Bungaro, chitarra e voce, e la sua band  accompagneranno la cantante italiana con la carriera più lunga, impegnata nell’interpretazione di alcuni dei suoi numerosi grandi successi. Un sodalizio artistico profondo lega Ornella Vanoni e Bungaro che per lei ha scritto tante canzoni tra le quali spiccano Io con te, Pagine e Dolce meccanica, inserite nell’album Una bellissima ragazza (2007). Con Pacifico, Antonio Fresa e Cesare Chiodo, Bungaro ha scritto anche Imparare ad Amarsi, interpretata sul palcoscenico di Sanremo dal trio Vanoni, Bungaro e Pacifico nel 2018. Artista poliedrica e ospite d’eccezione di Ecojazz, Ornella Vanoni, durante la lunga collaborazione con Sergio Bardotti, si è avvicinata anche al fantastico mondo del Brasile di Vinicius de Moraes e Toquinho e, con l’album “Ornella e….”, ha inciso brani con i maggiori jazzisti del mondo: George Benson, Herbie Hancock, Steve Gadd, Gil Evans, Michael Brecker, Ron Carter.

bungaro vanoni

La madre della canzone italiana, voce pensante tra numerose voci solo cantanti, così io considero Ornella Vanoni“, ha commentato Bungaro. “Una grande eleganza, una classe senza tempo e una personalità forte e impegnativa sono i tratti che fanno di lei un’artista impareggiabile che alle soglie degli 85 anni conserva ancora la passione e l’entusiasmo di una bambina, contemperandoli con la saggezza di una vita trascorsa a cantare e di un ricco patrimonio di storie ed esperienze. Dopo avere scritto la storia della Canzone Italiana, sprigiona ancora la freschezza e l’energia di una fine artista contemporanea. Un’anima perennemente ispirata che ogni volta si ricarica e ritorna in viaggio dentro le parole e dentro la musica. Ecco spiegato perché con lei sul palco è, e sarà anche a Reggio Calabria, subito poesia, immediatamente magia. MareDentro è uno spettacolo che naviga ormai da due anni, anche all’estero. Una barca di tesori a bordo della quale salirà ancora Ornella Vanoni per diventare incontrastata protagonista e cuore dello spettacolo in cui canterà alcune sue canzoni con la mia band e canterà con me”, ha concluso Bungaro.

Bungaro e Ornella Vanoni (1)

“In molti mi hanno chiesto perché sia stato inserito il concerto di Bungaro 4et e Ornella Vanoni nella rassegna di EcoJazz. A tanti – ha spiegato Giovanni Laganà, direttore artistico di EcoJazz è sembrato un appuntamento di notevole spessore artistico ma fuori tema. Invece, come appurato in occasione di una piacevole conversazione telefonica con Bungaro, originali arrangiamenti jazz caratterizzano questo spettacolo che il fine cantautore pugliese sta proponendo al pubblico con la grande Ornella Vanoni, voce straordinaria che va oltre ogni stile musicale.  Sono quindi convinto che questo imperdibile fuori programma rappresenterà per il pubblico non solo una straordinaria conclusione per questa 28 edizione di EcoJazz, ma anche un originale concerto che segnerà positivamente la rassegna di questo 2019, ha concluso Giovanni Laganà.

Bungaro

Presentato da Luca Baldini Marra come “un cantautore elegante e autore delle donne”, Bungaro ha scritto testi, tra le altre, anche per Malika Ayane, Giusy Ferreri, Emma Marrone, Daniela Mercury, Miùcha Buarque de Holanda, Paula Morelembaum, Ana Carolina, Kay McCarthy. Per Fiorella Mannoia, alla quale lo lega anche una profonda amicizia, ha scritto pure Perfetti Sconosciuti, colonna sonora dell’omonimo film diretto da Paolo Genovese vincitore del Ciak D’Oro e del Nastro D’Argento, candidato ai David di Donatello per la migliore canzone originale. “Avrei scritto volentieri anche per Mia Martini, artista che io reputo straordinaria“, ha dichiarato Bungaro che vanta anche numerose collaborazioni internazionali, tra cui quelle con Youssou N’Dour (Senegal), Guinga (Brasile). Nel 2012 ha duettato con Ivan Lins (Brasile) per il progetto “InventaRio”, disco nominato ai Latin Grammy Awards nel 2014. Ha collaborato anche con il maestro del Jazz, tornato per la terza ad esibirsi ad EcoJazz anche quest’anno in occasione del concerto, particolarmente apprezzato dal pubblico, con la cantante e violinista conterranea Yilian Cañizares e con il percussionista venezuelano Gustavo Ovalles.

Bungaro 4et

La musica e la bellezza sono state davvero di casa il 29 agosto ad Ecolandia in occasione dell’evento conclusivo di EcoJazz. Ad incantare la platea l’intarsio di musica d’autore e sonorità Jazz dell’artigiano della musica, Bungaro, chitarra e voce, e del suo quartetto composto da Amedeo Ariano alla batteria, Raffaele Casarano al sax, Antonio De Luise al contrabbasso, Antonio Fresa al pianoforte.

Bungaro 4et ha accolto e accompagnato la cantante italiana con la carriera più lunga, Ornella Vanoni, nell’interpretazione di alcuni dei suoi più grandi successi tra i quali Domani è un altro giorno, Tristezza, L’appuntamento, Senza Fine e l’intramontabile Sapore di Sale. Ha giocato molto con il pubblico, dandosi con la sua inossidabile arte e anche con la sua fine ironia, fotografando le contraddizioni e l’incertezza di questa epoca in cui resiste ancora l’Amore come valore spirituale e universale, capace di farsi attendere per ore sotto la pioggia, e capace di assumere le sembianze di un fedele animale a quattro zampe. “Ti amano sempre e non ti lasciano mai”, ha detto pensando al suo cagnolino lasciato a casa. Una donna libera da ogni convenzione che ha dominato il palco con personalità, leggerezza e spirito.

C’è stato spazio anche per un successo più recente. Con Pacifico, Antonio Fresa e Cesare Chiodo, Bungaro ha, infatti, scritto per Ornella Vanoni anche Imparare ad Amarsi, interpretata sul palcoscenico di Sanremo proprio dal trio Vanoni, Bungaro e Pacifico nel 2018. Un palcoscenico prestigioso che Bungaro aveva calcato anche da solo in passato, ad esempio nel 2004, con il brano Guardastelle con cui aveva vinto il Premio della Critica e che ha riproposto in questo concerto.

MareDentro – ha spiegato Bungaro, al suo primo concerto a Reggio Calabria città – è un viaggio dentro i 25 anni della mia carriera con canzoni che tornano a casa via mare, nuovamente arrangiate in questo percorso che è diventato un album che raccoglie le canzoni che ho avuto il privilegio di scrivere per grandi donne della musica italiana e internazionale, come Ornella Vanoni, appunto, ma anche Fiorella Mannoia, Malika Ayane, Miùcha Buarque de Holanda, Paula Morelembaum, Kay McCarthy. Questa è un’occasione per riproporle nel modo in cui sono nate, con la forza dell’ispirazione che ha guidato la mia penna”.

(art. aggiornato al 30 agosto, le foto sono di Marco Costantino)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...