La mia Generazione Festival: dal 5 all’8 settembre ad Ancona. Direzione Artistica di Mauro Ermanno Giovanardi

La Mia Generazione Festival dal 5 all’8 settembre torna ad Ancona per la seconda volta. Dopo il successo della scorsa edizione, la kermesse firmata da Mauro Ermanno Giovanardi in collaborazione con il Comune di Ancona, con ospiti internazionali, progetti speciali e una giornata in più che si aggiunge alla già intensa maratona dedicata alla musica degli anni ’90.

Subsonica_ph Chiara Mirelli_4
SUBSONICA

In calendario i concerti degli headliner dEUS nel tour dei venti anni del loro album “Ideal Crash” (6 settembre), SUBSONICA che chiudono il tour estivo con una data speciale nella quale ripercorreranno “Microchip Emozionale” uscito venti anni fa (7 settembre), La Crus (8 settembre), passando per le partecipazioni di DAVE ROWNTREE (BLUR) (5 settembre), RICK WITTER (SHED SEVEN) (5 settembre), fino alla presenza di diversi nomi della scena italiana come COLAPESCE, MARIA ANTONIETTA, MAX COLLINI, EDDA, MASSIMO ZAMBONI, RICCARDO SINIGALLIA, MAU MAU, LUCIO CORSI che prenderanno parte al ricco programma, tra live acustici, incontri speciali e dj set esclusivi.

La Mole Vanvitelliana sarà il luogo fulcro della manifestazione che tornerà a fare tappa nel centro città e, per la prima volta, abbraccerà anche il porto antico. La Mia Generazione entra, così, a pieno titolo nel capoluogo marchigiano, con un programma ricco ed eterogeneo che vedrà in totale 22 ospiti, 7 location coinvolte, 4 giornate di spettacoli, 3 artisti internazionali e 4 progetti speciali. La Mia Generazione quest’anno metterà a confronto artisti che hanno segnato la scena musicale di diverse decadi, giungendo fino alla contemporaneità con gli esponenti dell’attuale cantautorato italiano. Uno spettacolo che attraverserà varie epoche musicali, con un programma che si compone di incontri, mostre, dj set, sonorizzazioni, performance in acustico e concerti live.

Le novità internazionali

DEUS COLORE 2
dEUS

Ben 4 gli innesti internazionali che il festival proporrà in questa seconda edizione. Su tutti il concerto dei dEUS (6 settembre, ore 21,30) alla Corte della Mole Vanvitelliana. La band di Anversa, nata artisticamente nel 1991 e ancora in attività, ha contribuito a definire il genere “art-rock” arricchendolo di venature jazz e soluzioni sperimentali. Attualmente in tour in Europa, porteranno dal vivo ad Ancona una grande panoramica su tutta la loro produzione discografica. Il frontman della band, Tom Barman, sarà anche protagonista di un DJ set la notte del 6 settembre presso la Mole Vanvitelliana – LA Corte.

Rick Witter 2
Rick Witter

Ma gli anni ’90 sono stati anche gli anni del Brit-Pop, e dunque non poteva mancare un focus sull’ultima grande “british invasion”. Infatti giovedì 5 settembre il festival aprirà una finestra sul periodo di maggior successo del pop inglese con un’intervista al batterista dei Blur Dave Rowntree, che dopo aver raccontato i giorni gloriosi della “Cool Britannia” (21,30 Spazio Cinema della Mole Vanvitelliana) si esibirà in un dj set serale al Lazzabaretto (ore 23,30). E per restare nel mood assolutamente “brit”, ad aprire il dj set sarà nientemeno che Rick Witter, frontman degli Shed Seven.

I progetti speciali

L’originalità di un festival si riconosce anche dalle produzioni uniche, a volte realizzate appositamente per la manifestazione. E’ il caso di Colapesce, che venerdì 6 settembre allo Spazio Cinema della Mole Vanvitelliana (ore 22,45) si esibirà nella sonorizzazione del film “Isole di fuoco” del regista Vittorio De Seta (1955). Oppure il triplo live con Massimo Zamboni, Edda e Riccardo Sinigallia che domenica 8 settembre si alterneranno sul palco della Corte della Mole Vanvitelliana (ore 18,30). E la stessa sera, alle 21,30 allo Spazio Cinema, Mauro Ermanno Giovanardi si ricongiungerà con Cesare Malfatti per riproporre uno degli spettacoli più emozionanti dei La Crus. A venti anni dalla prima rappresentazione torna in scena “MENTRE LE OMBRE SI ALLUNGANO – appunti scenici per voci, suoni e immagini”, spettacolo simbolo dell’approccio artistico/avanguardista dei La Crus e capostipite delle performance multidisciplinari di quella stagione rivoluzionaria che fu il rock italiano degli anni ’90. 

Il 7 settembre al Porto Antico alle 21,30, grande l’attesa anche per il concerto dei Subsonica che, a 20 anni da “Microchip emozionale”, chiuderanno il tour italiano proprio ad Ancona.

 

Generazioni a confronto

“I figli legittimi” è il titolo dell’appuntamento che vedrà protagonisti Max Collini, Maria Antonietta, Lucio Corsi, Colapesce, Emiliano Colasanti e Carlo Pastore. Conduce il giornalista Carlo Chicco. Quando la generazione di Afterhours, La Crus, Subsonica e Bluvertigo era all’apice del successo, tra il pubblico dei loro concerti, probabilmente, c’erano molti degli autori che oggi hanno avuto il merito di aver riportato i giovani nei live club. E da qualche parte, in qualche modo, deve esserci un fil rouge che lega i “padri” a questi “figli legittimi”. Venerdì 6 settembre all’Auditorium della Mole Vanvitelliana (ore 19,30) si andrà alla scoperta delle radici musicali e culturali della nuova generazione, proprio per indagare i punti di contatto e di rottura con gli artisti che li hanno preceduti.

INTERVISTA A MAURO ERMANNO GIOVANARDI – Direttore artistico del festival…

192388_460156984024396_1764255896_o

  • La mia Generazione Festival giunge al secondo anno, come è stato il percorso di ideazione di questo evento e come si è poi sviluppato nel corso del tempo?

M.E. Giovanardi: “L’anno scorso l’assessore alla cultura del Comune di Ancona, a cui era piaciuto moltissimo il mio disco (che porta lo stesso titolo del festival), sapendo che avevo curato la direzione artistica di diversi Festival, mi ha chiesto di pensare ad una manifestazione sugli anni ’90. Subito ho pensato a un progetto che andasse oltre alla semplice esibizione,  oltre al concerto, e che prevedesse anche incontri, chiacchiere, e altre forme di performance. Non un festival di sola musica, ma qualcosa di più. l’idea era quella di trasformare, per qualche giorno, il centro della città in una cittadella della cultura. L’approfondimento è importante per capire l’arte, la musica e il nostro mondo. L’anno passato, oltre agli artisti ho invitato anche giornalisti e discografici con l’intento di avere uno sguardo sempre più allargato”.

  • Hai sempre avuto un particolare riguardo verso il mondo dei cantautori e in generale verso l’importanza della parola. Quest’anno cosa ha guidato la tua scelta artistica?

M.E. Giovanardi: “Durante la serata finale, nella scorsa edizione, l’assessore, rimasto totalmente entusiasta del programma e della riuscita della manifestazione e della partecipazione della cittadinanza, mi ha già iniziato a far pensare alla successiva edizione. Quando il primo anno va bene, negli anni successivi devi pensare a delle edizioni ancora più belle, così ho immaginato che la presenza di alcuni artisti internazionali avrebbe portato prestigio al festival. Inoltre, ho pensato ad un gruppo di quella stagione che avesse avuto molto successo come i Subsonica ed ho pensato di invitarli per l’ultima data del loro tour, portandoli a soli 15 euro per i cittadini di Ancona, che mi sembra un bel regalo. Quindi, un gruppo importante di quegli anni e qualche ospite straniero in più, con già un focus su quella che sarà la prossima stagione. Avendo del tempo per decidere, ho a lungo riflettuto su chi invitare, quindi per quanto riguarda gli ospiti stranieri, a 25 anni dalla nascita del Brit-Pop, si è pensato di puntare l’attenzione su questo raccontandolo per aneddoti e canzoni. Quindi ci sarà Dave Rowntree, batterista dei Blur che interloquirà con  Leonardo Colombati e Veronica Raimo che sono due scrittori. Ci faremo raccontare da lui come ha vissuto quell’epoca dall’interno, visto che i Blur sono stati veri protagonisti di quegli anni. e poi ci saranno anche i dEUS, un gruppo che mi è sempre piaciuto”.

  • Poi ci saranno anche i LA CRUS, ci racconti il vostro progetto?

M.E. Giovanardi: “Mi piace la contaminazione dei linguaggi, pensando a chi poter invitare per esporre un progetto fatto anche di cinema, musica, letteratura e teatro, mi sono ricordato che noi siamo stati fra i primi, come La CRUS, a fare cose di questo tipo parlando di progetti all’avanguardia. Così ho chiamato regista Francesco Frongia del teatro dell’Elfo e gli ho chiesto se avesse ancora tutti i nostri video e abbiamo ripreso canzoni  di tanti anni fa e ne abbiamo fatto uno spettacolo. Il regista ha preso degli esperimenti di cinema e degli spezzoni di immagini e ha montato tutto insieme come se fossero spezzoni poetici. Vi sono video in bianco in nero su cui scorre il testo della canzone che sto cantando oppure vi sono versi di Pasolini, di Salinas, di Bufalino che riprendono poeticamente il senso della canzone. Come risultato, alla fine sono 22 piccoli film, ogni pezzo ha il suo video. Lo spettacolo è come quello di vent’anni fa. Farlo è stata un’emozione pazzesca e sono molto contento… provando mi emoziono ancora, sempre”.

IL PROGRAMMA

LA MIA GENERAZIONE FESTIVAL

Direzione Artistica – Mauro Ermanno Giovanardi

Giovedì 5

19.00 – LA MOLE VANVITELLIANA – Sala Magazzino Tabacchi

MEMO BOX VOLUME II  Inaugurazione Mostra Fotografica Di Guido Harari

Mau Mau trio 1 copia
Mau Mau

Concerto Acustico MAU MAU

h 21.30- SPAZIO CINEMA

“25 ANNI FA: IL BRIT POP”

La Cool Britannia vista da dentro

DAVE ROWNTREE (BLUR) si racconta

a cura di Leonardo Colombati & Veronica Raimo

h 23.30 – LAZZABARETTO – God is my Dj

DAVE ROWNTREE DJ SET

 Opening act: RICK WITTER (Shed Seven) Dj set

 

Venerdì 6

h 19.00 LA MOLE VANVITELLIANA – Sala Box

LA MIA GENERAZIONE SI RACCONTA

“I FIGLI LEGITTIMI” a cura di Carlo Chicco

Con MAX COLLINI, MARIA ANTONIETTA, LUCIO CORSI, COLAPESCE, Emiliano Colasanti, Carlo Pastore

h 21.30 – LA MOLE VANVITELLIANA – La Corte – concerto dEUS

THE IDEAL CRASH – 20TH ANNIVERSARY TOUR

Ingresso posto unico non numerato

Intero € 12 + € 2 dp – Ridotto (disabili e bambini fino a 10anni) € 5 + € 1 dp

h 22.45 – SPAZIO CINEMA

A quasi mezzanotte un film “ISOLA DI FUOCO”

sonorizzazione a cura di COLAPESCE

h 01.00 – LA MOLE VANVITELLIANA – La Corte

God is my Dj

TOM BARMAN (dEUS)

 

Sabato 7

h 21.30 – PORTO ANTICO

concerto SUBSONICA (ultima data tour 2019)

Data speciale 20 anni da Microchip Emozionale

Ingresso posto unico non numerato  € 15+ € 2,50 dp

Ridotto (disabili e bambini fino a 10anni) € 5 + € 1 dp

h 24.00 – PIAZZA DEL PAPA – God is my Dj

ALIOSCIA BISCEGLIA & ROY PACI DJ SET

 

Domenica 8

h 18.30 – LA MOLE VANVITELLIANA – La Corte

TRE (SET) DI TRE – concerti di MASSIMO ZAMBONI, EDDA, RICCARDO SINIGALLIA

h 21.30 – SPAZIO CINEMA

LA CRUS

La Crus 2019-04-18182244

MENTRE LE OMBRE SI ALLUNGANO – 1999 > 2019

Appunti scenici per voci, suoni e immagini

Filmati e regia di Francesco Frongia

h 23.00 – LAZZABARETTO – God is my Dj

Carlo Chicco Dj set – Party di chiusura Festival

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...